Agenzia Parlamentare per l'Informazione Politica ed Economica

Giovedì 24 febbraio 2011

 

Milleproroghe: Damiano (PD), fiducia per confusione nella maggioranza

 

“Nella grande confusione del mille proroghe, con le contraddizioni interne alla maggioranza che l’ennesimo voto di fiducia si incarica nuovamente di risolvere, ci siamo preoccupati di vedere se alcuni dispositivi conquistati dall’azione del Pd sono rimasti in vigore”. Lo dice Cesare Damiano, capogruppo Pd in commissione Lavoro della Camera.

 

“Ci conforta – prosegue Damiano - che sopravviva la proroga fino al 31 dicembre prossimo della possibilità di impugnare i licenziamenti per i contrattisti a termine. È una norma da noi voluta che è riuscita a passare nonostante l’ostilità del ministro Sacconi. Così come è rimasta in vigore la proroga fino al 31 marzo prossimo della scadenza della validità dei concorsi svolti dalla pubblica amministrazione. In questo modo si apre uno spiraglio per i vincitori di concorso e per gli idonei, anche se la nostra richiesta è di portare questa scadenza almeno fino al 31 dicembre 2011. Il governo ha promesso di varare un apposito decreto prima della fine di marzo per andare nella direzione da noi richiesta. Vigileremo perché ciò avvenga. Per sostenere questo obiettivo il Pd ha presentato oggi una proposta di legge che prevede per le assunzioni nella pubblica amministrazione di esaurire le graduatorie di vincitori e idonei e di sbloccare il turn over. Il Pd sta in questo modo concretamente dalla parte dell’occupazione giovanile”.

 

AgenParl, 24 febbraio 2011