Sabato 9 aprile 2011

Il nostro tempo è adesso, la vita non aspetta!

 

Anche i vincitori ed idonei di pubblici concorsi sono scesi in piazza a Roma per rivendicare nuovamente un diritto costituzionalmente sancito, per denunciare la condizione di precarietà e di incertezza in cui sono costretti a permanere anche per svariati anni, a fronte di enormi sacrifici sostenuti in termini di tempo, studio e denaro.

 

Visita la Photogallery 

 

 

Sito Ufficiale Manifestazione 9 aprile 2011

 

 

Rassegna Stampa

 

La Repubblica – La diretta

 

“Quando saremo assunti saremo già vecchi”

Così alcuni decine di giovani che si sono presentati al corteo contro il precariato, travestiti da anziani. Sono i vincitori di concorso pubblico…(continua a leggere)

 

 

Il Corriere della Sera

 

In corteo per un futuro migliore, i precari cacciano i black bloc

…Questa volta i «bamboccioni» hanno fatto sul serio. Gli eterni giovani, senza diritti né certezze lavorative, sono scesi in piazza per lanciare alla politica un messaggio forte e chiaro: «Il nostro tempo è adesso. La vita non aspetta»…(continua a leggere)

 

 

L’Unità

 

Precari, il corteo di Roma

…Il corteo scivola per le vie di Roma raccontando con gli striscioni una realtà che ogni famiglia conosce. Perché sono un milione e mezzo (dati Istat) i contratti atipici nel nostro paese. Ci sono quelli della Pubblica Amministrazione, come Giulia…(continua a leggere)

 

 

Il Messaggero

 

Precari: Carmen, Daniele e gli altri che rincorrono borse di studio e part time

…Cinzia Nannipieri sulla carta un lavoro stabile l’avrebbe e anche buono, all’Istituto per il commercio estero. «Sono una vincitrice di concorso a spasso…(continua a leggere)